Lo sapevi che: anche su SkakkiNostri girano i vigili? Fanno anche le multe!

La Scintilla - Anno VI Numero 1 del 07/12/2006

Attualità [ Torna su ]

Da menti deboli riforme deboli Anno VI Numero 1
Attualità
Sembra che gli unici ad interessarsi della proposta di legge del Ministro Fioroni, volta a riformare principalmente l’Esame di Maturità e i meccanismi di valutazione nell’istruzione superiore, siano i terrorizzati maturandi.
Dudariki Anno VI Numero 1
Attualità
Giovedì 9 Novembre si è tenuto un bellissimo spettacolo nell’auditorium della Cittadella della Guardia di Finanza. Protagonista un gruppo di artisti, artisti con la A maiuscola, dei veri talenti. Il gruppo di cui sto parlando è il “Dudariki”, composto da bambini e adolescenti bielorussi.
L'uomo Del Monte ha detto sì (al biologico) Anno VI Numero 1
Attualità
Ftalati, pesticidi organoclorurati, bacillus thurigensis, DDT, ma anche fragole con dna di pesci artici e patate allo scorpione...queste e altre sostanze tossiche possono entrare nel nostro carrello quando facciamo la spesa senza che ce ne accorgiamo. Ma non cadiamo preda di facili allarmismi: conoscere il problema è il miglior modo di affrontarlo.
La scuola, bellezza e immobilità scultorea Anno VI Numero 1
Attualità
Ogni governo propina il proprio modello di scuola, ogni ministro dell’istruzione tende il proprio arco cercando il bersaglio di una scuola migliore, ogni anno la scuola italiana è afflitta dagli stessi problemi e ogni anno sembrano presentarsi per la prima volta. Quest’anno non sappiamo nemmeno di che morte moriremo agli esami di stato.
Per Maria Anno VI Numero 1
Attualità
Il 29 Settembre 2006 si è tenuta una manifestazione a Roma davanti al Ministero di Grazia e Giustizia per chiedere l’intervento del nostro Governo a favore del ritorno della piccola Maria in Bielorussia. Erano presenti più di 500 persone (una minima parte di tutte le famiglie affidatarie in Italia). Come tutti sanno, durante la serata dello stesso giorno, la piccola Maria, o meglio Victoria, è stata prelevata dai carabinieri per essere rimpatriata il giorno seguente.
Perchè il 4 novembre ero anch'io a manifestare Anno VI Numero 1
Attualità
Dopo un lungo corteo attraverso le strade del centro fino a Madonnella la manifestazione è approdata davanti alla chiesa di San Giuseppe ed è partito un lungo applauso. Sabato 4 novembre, il cielo miracolosamente sgombro tranne qualche nuvola bianca, un vento gelido che sa di nevi straniere, decine di persone ad applaudire sul sagrato della chiesa, sul versante di corso Sonnino opposto al pub irlandese Joy’s dove lavorava Michele Lopez.
Studio personale sull'origine della nostra periferia Anno VI Numero 1
Attualità
Se si guarda indietro alla storia delle nostre città si vede come le città nate nel Medioevo siano cresciute nel tempo fino alla dimensioni che noi oggi conosciamo. Un tempo la città aveva attorno un territorio agricolo strettamente complementare. Con la rivoluzione industriale, che ha richiamato in città masse enormi di lavoratori, le città hanno incominciato a crescere molto rapidamente e in modo incontrollato, estendendosi nella campagna circostante, dove invece comparivano fabbriche, palazzi, cumuli di rifiuti, macerie, scarti della città. Così è nato il problema delle periferie urbane
Una lezione di economia del professor Yunus, premio Nobel per la Pace Anno VI Numero 1
Attualità
A volte la virtù non è (l’unico) premio a se stessa: la storia del Nobel per la Pace 2006 è una storia che vale la pena raccontare, perchè ha dello straordinario nella sua semplicità.
Uomo mezzo di trasporto autonomo Anno VI Numero 1
Attualità
Ogni estate, prima di rituffarsi in nove mesi di scuola, abbiamo la possibilità di scegliere come passare le nostre vacanze: restare a dormire, trasferirsi nella casa del mare, buttarsi in discoteca per venti ore al giorno o programmare gite attraverso l’Italia o altrove.
Cultura & Spettacolo [ Torna su ]

Atene out - Un giro ad Atene fuori dalla routine Anno VI Numero 1
Cultura & Spettacolo
La memoria di un turista che ha visitato Atene punta quasi sempre alla visita dell’acropoli o del museo archeologico, o comunque a qualche luogo collegato alla Grecia antica. Ma a volte Atene regala esperienze che non riguardano solo la vista di antiche colonne o di bassorilievi.
L'estate è finita. Applausi, applausi per Fibra, Fibra Anno VI Numero 1
Cultura & Spettacolo
Caro lettore, questo non è un articolo, ma una richiesta d’aiuto. L’estate appena trascorsa ci ha lasciato le malinconiche rimembranze di baci rubati sotto un ombrellone, di festose gite al mare, di potenti avventure etiliche sotto volte stellate. Mentre si passeggiava sulla battigia, ci si sdraiava sulla sabbia dorata, il mormorio delle onde ci cullava dolcemente, una minaccia era sempre in agguato, pronta a sorprenderci dolorosamente.
La querelle des anciens et des modernes ovvero non siamo poi tanto cambiati Anno VI Numero 1
Cultura & Spettacolo
“Immaginate che un uomo del Tremila, che una qualche catastrofe abbia completamente defraudato della propria memoria storica, ritrovi per fortuita coincidenza un brano del Commentariolum Petitionis di Quinto Tullio Cicerone e una cronaca delle ultime elezioni politiche in Puglia: capirebbe che si tratta di due avvenimenti lontani migliaia di anni?”. In questa battuta è riassunto il tema della lezione tenuta il pomeriggio del 26 ottobre da Oliviero Diliberto e Paolo Fedeli su “Campagne e brogli elettorali”
Moderno, Postmoderno, quasi Antico Anno VI Numero 1
Cultura & Spettacolo
È questo lo spirito con cui noi alunni delle terze liceali abbiamo affrontato il convegno tenutosi presso il Kursaal Santa Lucia nei giorni 26-27-28 ottobre e organizzato dalla Consulta Universitaria di Studi Latini, dall’Università di Bari e dal Centro Interdipartimentale di Studi sulla Tradizione.
Sotto gli occhi di re Umberto Anno VI Numero 1
Cultura & Spettacolo
Avete mai provato ad attraversare le stradine di Piazza Umberto alle 8.00 del mattino? Purtroppo per me è una storia che si ripete ogni giorno. Costeggiando le isolate aiuole della piazza, scorgo gente in cerca di un po’ di riposo, accasciata su un umido cartone e intenta a coprirsi con un sudicio straccio. Accanto, da un lato, custodite gelosamente, le loro scarpe ormai consumate dal troppo camminare e dall’altro un compagno a cui tocca lo stesso destino.
Tutto il pane del mondo Anno VI Numero 1
Cultura & Spettacolo
“Dentro di me immaginavo un buco nero, dal collo all’inguine, come il fondo di un pozzo buio che andava riempito al più presto. Per questo dovevo metterci dentro del cibo, qualsiasi cosa potesse essere ingurgitata, perché la marea potesse diventare alta. Quando diventava alta dovevo invece arginarla buttando fuori questo mare di cibo che, una volta dentro al mio corpo, diventava minaccioso e mi faceva ripiombare nel panico. Così non avevo pace né prima né dopo aver mangiato”.
Una notte nel passato - Il Salento racconta la sua storia con la tarantella Anno VI Numero 1
Cultura & Spettacolo
Camminiamo verso la stazione di Melpignano: “Ca siti stati pungiuti?” ci domanda uno di quei nostalgici vecchietti, fedeli e sinceri conservatori di tradizioni. Sorridiamo, silenziosa ma eloquente risposta che significa: “Si, siamo state punte…Ed è stato magnifico!”. Ogni anno dal ’98 ad Agosto vari comuni della provincia di Lecce ospitano una serie di eventi musicali nell’ambito della “Notte della Taranta”, manifestazione dedicata alla riscoperta dell’affascinante cultura salentina.
Editoriale [ Torna su ]

Il primo editoriale... Anno VI Numero 1
Editoriale
Ave Flacco! Vi porgo il mio primo saluto ufficiale in qualità di caporedattore (...ttrice). Lorenzo D’Agostino passa la mano per buttarsi in politica e io ne raccolgo l’eredità supportata dalla valida collaborazione di una redazione nuova di zecca. Quest’anno come non mai siamo pieni di buoni propositi e di voglia di fare, e mai come adesso ho visto tanta partecipazione ed entusiasmo. E vi basti sapere che l’eroica redazione si riunisce la sesta ora del sabato...se non è dedizione questa...
Gli ex [ Torna su ]

Andrea Martelli ex IIIA 2005/06 Anno VI Numero 1
Gli ex
Bene... Eccoci qua… Ogni fortunato a cui venga attribuito il glorioso compito di scrivere un articolo per la Scintilla in qualità di trapassato –eeeehmmm- volevo dire in qualità di ex alunno, comincia il proprio elaborato con la tipica frase “Non ho la più pallida idea di cosa scrivere…”. Questa fase di afasia (scusate l’assonanza) in realtà dura ben poco, perché bastano pochi minuti per rientrare in un “meccanismo di pensiero targato Flacco” e incominciare a perdersi tra ricordi, immagini, suoni e richiami di un luogo che per un motivo o per l’altro non si scorda mai.
Michele Traversa ex III G 2005/2006 Anno VI Numero 1
Gli ex
Ecco…ci risiamo, avete letto il mio nome come autore dell’articolo e state pensando che sono tornato per “ammorbarvi” con i miei soliti discorsi musicali e che quindi non vale la pena di leggerlo. Potete tirare un sospiro di sollievo!! Dopo aver conseguito la maturità lo scorso luglio, torno su queste pagine in qualità di ex-alunno per raccontare gioie, amarezze e dolori degli anni trascorsi in questo “famoso” liceo.
Musica [ Torna su ]

Caparezza, o la forza liberatrice della musica Anno VI Numero 1
Musica
Miki Mix per chi lo conosce dagli esordi, Caparezza per i più, Michele Salvemini al secolo, ha concluso da poco il tour dedicato al suo ultimo album Habemus Capa, e lo ha fatto tornando ancora una volta a Bari, in occasione dell’edizione 2006 di Mediterre, iniziativa dedicata alla realtà e all’ambiente mediterraneo nell’ambito della quale, tra il 27 settembre e il 1° ottobre, si sono tenuti concerti gratuiti tutti di altissima qualità.
Giungla metropolitana in fiera Anno VI Numero 1
Musica
Ebbene si! Le vie della cultura finalmente sono diventate accessibili a tutti! Sto parlando della rassegna musicale che si è tenuta dal 27 al 30 settembre alla Fiera del Levante assolutamente gratis. Tema dell’avvenimento, “I concerti di Mediterre”, le varie culture musicali che si affacciano sul Mediterraneo.
Incontri ravvicinati del terzo tipo: intervista ai Razor Blade Anno VI Numero 1
Musica
Sono tornati. Con una nuova formazione, un repertorio più esteso e tanti progetti. Sono i Razor Blade, i cinque componenti di uno dei più apprezzati gruppi musicali del Flacco.
Nuages de Paris Anno VI Numero 1
Musica
Chi mai avrebbe potuto immaginare che uno dei chitarristi più geniali, innovativi, sfortunati, fantasiosi e affascinanti fosse analfabeta, disabile, zingaro e che non sapesse né leggere né comporre musica?
Questione di vita o di morte... Anno VI Numero 1
Musica
Il nome Iron Maiden è ormai famoso in tutto il mondo. Nati tra il 1975 e il 1976 dalla mente di Steve Harris e fortemente influenzati dai Black Sabbath, capostipiti dell’heavy metal, dai Judast Priest e dai Deep Purple, gli Iron ci hanno regalato trent’anni di splendida musica e, dopo 50 milioni circa di album venduti, si sono guadagnati il titolo di migliore band classic rock di tutti i tempi ed in tutti i sensi!
Red Hot Chili Peppers: ritorno di un mito Anno VI Numero 1
Musica
Se c’era un gruppo di cui non si sentivano nuovi pezzi da un bel po’ e che necessitava di un nuovo disco per un ritorno in grande stile questi erano i Red Hot Chili Peppers.
Una serata al Nordwind Anno VI Numero 1
Musica
Luci offuscate, odore di birra, musica a profusione: se questa è l’atmosfera che cercate nelle vostre serate, qui a Bari potrete trovare più di un locale pronto a soddisfare le vostre esigenze.
Sport [ Torna su ]

9 Luglio 2006: quell’ultima magica notte Anno VI Numero 1
Sport
“La mia generazione ha già visto una vittoria ai mondiali, chissà se la vostra la vedrà mai…”. Con questa frase mio padre aprì in me la speranza di una vittoria ai mondiali, alla vigilia della semifinale Italia-Germania, partita che fino a un mese prima avremmo potuto vedere solo nei nostri sogni.
L'ultimo scatto del campione Anno VI Numero 1
Sport
Piedi sopraffini, passo veloce e corto, il pallone scompare ma il terzino è ancora lì, lui è già in un’altra partita. Gol da favola, donne da favola, soldi da favola, una vita maledetta. George Best incantava l’Inghilterra e tutte le domeniche all’ Old trafford tra gli spalti ci si chiedeva -ehi Jack, chissà Best chi fa secco oggi?- Spauracchio dei difensori e incubo dei portieri spiazzati dal tiro secco e rapido che-non-sai-mai-quando-arriva.
Storie del Flacco [ Torna su ]

Dieci, cento, mille autogestioni! Anno VI Numero 1
Storie del Flacco
Quest’anno avrete certamente sentito “voci di corridoio” che annunciavano la famigerata AUTOGESTIONE. Mi spiace per voi ma siete stati “gabbati”, non perché le voci siano menzognere, ma perché è stata concessa camuffata da settimana trasversale.
Il muro di gomma Anno VI Numero 1
Storie del Flacco
Una triste serie di avvenimenti, distribuiti nella precedente stagione scolastica, ha recato con sé l’urgenza di scrivere sul nostro beneamato Flacco e sui rapporti che ha intrecciato e intreccia tuttora con l’esperienza ideologica e politica. Una nebbia brumosa e pesante circonda i nostri vetusti corridoi, e da un po’ di tempo a questa parte rende difficile distinguere il labile crinale fra giusto e sbagliato.
La speranza è sempre l'ultima a morire... Anno VI Numero 1
Storie del Flacco
Sono ormai tre anni che si ripresenta il problema “succursale” dovuto ad un surplus studentesco e riguardante quest’anno quattro classi. Le sfortunate vittime sono il ginnasio dei corsi G e H, alloggiati presso la scuola elementare “Renato Moro”
Leader o giullari? Quali parametri per valutare i nostri rappresentanti? Anno VI Numero 1
Storie del Flacco
Superate da poco le elezioni mi sento in dovere di rassicurarmi sulla vostra scelta. Spero infatti che abbiate votato con la testa sul collo e non solo perché il candidato X ha un bel taglio di capelli o perché vi ha offerto un cornetto al bar… Avete stabilito i criteri per cui questa persona ha meritato il vostro voto e quindi prenderà decisioni al posto vostro per tutto l’anno scolastico?
Ognuno al proprio posto...lezione di sopravvivenza! Anno VI Numero 1
Storie del Flacco
Cari flacchisti, ormai la scuola è cominciata da un bel po’ di tempo: routine quotidiana, sveglia prima del nascere del sole, montagne di compiti che mettono seriamente in gioco la nostra vita sociale… ma, insomma, c’è una soluzione per tutto e il bravo studente medio sa come adattarsi a queste situazioni e coraggiosamente sopporta giorno dopo giorno lo stress delle lezioni! È però molto utile conoscere alcuni piccoli accorgimenti, studiare attentamente le coordinate del proprio banco e la posizione degli altri compagni.
Prime impressioni: il passaggio dal ginnasio al liceo Anno VI Numero 1
Storie del Flacco
Prime impressioni: il passaggio dal ginnasio al liceo. Già preoccupate per il passaggio al liceo, abbiamo voluto sapere da chi c’era già passato come è effettivamente questo cambiamento tanto temuto da noi (purtroppo…) “quartine”. Spinte da questa curiosità abbiamo intervistato alcuni ragazzi del I liceo che stanno vivendo proprio in questi tempi il “grande cambiamento”.